Altoparlanti intelligenti con schermo: migliori prodotti di Agosto 2020, prezzi, recensioni

I nostri dispositivi dotati di assistente vocale costituiscono un’ulteriore passo avanti nella rivoluzione dei rapporti tra uomo e macchine, quindi potete immaginarvi la portata immensa che rivesta questa novità: gli smart speaker, o altoparlanti intelligenti, diventano anche schermi intelligenti . Diamo uno sguardo a un rapido spaccato delle offerte proposte nei negozi e nei vostri canali di vendita online preferiti.

 

Amazon Echo Spot

I primi altoparlanti intelligenti sono nati nella famiglia degli Amazon Echo. Il pioniere fu Amazon Echo Spot, un’apparecchio che degli Amazon Echo Dot precedenti – cioè potremmo dire dai suoi fratelli maggiori – prendeva la somiglianza nella forma tondeggiante, ma questa volta si trattava di una sfera, per essere precisi una sfera che, tranciata da una parte, offriva una superficie piatta su cui si apriva questo “occhio”, cioè un display rotondo. Al di sopra di esso, la piccola telecamera; appena dietro, sulla superficie sferica, si trovavano invece i famosi tasti per regolare il volume e per l’attivazione e disattivazione dei canali input e output.

Probabilmente la nascita dei ben più fortunati Echo Show, di cui parleremo appresso, ha “schiacciato” i meno fortunati Echo Spot, che ora sono abbastanza rari sul mercato.

Amazon Echo Show e le sue varianti

Gioia e stupore si sono diffusi in tutto il mondo quando, alla soglia della famiglia Amazon Echo, sono stati messi due fiocchi nascita, uno bianco e uno nero: erano nati gli apparecchi Amazon Echo Show!

Era il febbraio 2019 quando anche in Italia divenne possibile effettuare il preordine della nuova gamma di altoparlanti in cui era integrato anche lo schermo da 10 pollici. La notizia ebbe grande risonanza e a questi primi modelli se ne sarebbero aggiunti altri nei mesi immediatamente successivi.

Fu subito evidente a tutti che si stava assistendo ad un piccolo miracolo: era un altro gradino dell’evoluzione tecnologica che veniva scalato, anche se in realtà, come in tutte le cose, anche qui il concetto alla base del “miracolo” sembrava abbastanza semplice.

Se ad Alexa si possono impartire comandi vocali tenendo le mani libere, e le informazioni che ne riceviamo sono fondamentalmente stimoli linguistici (testi letti come pagine web o notizie) o più in generale sonori (quando ascoltiamo la musica), con gli  Echo Show  possiamo godere pure dei contenuti visivi, e anche in questo per la maggior parte del tempo possiamo avere le mani libere.

Il modello principe di questa gamma resta l’Amazon Echo Show con schermo da 10 pollici, il cui prezzo si aggira, ormai stabilmente da alcuni mesi, sui 200 euro. Si possono però ottenere dei vantaggi: a seconda delle offerte periodiche e oltre alla gratuità delle spese di spedizione, al momento dell’acquisto potemo trovare, incluso nel prezzo, un periodo di prova di Amazon Music Unlimited o di Amazon Prime Video : questo ci permetterà di vedere subito in azione il nostro dispositivo e di scegliere quale ci piace di più tra le diverse skills oggi disponibili.

Se il prezzo vi sembra eccessivo e prima di affrontare questo passo volete prima tastare il terreno degli smart speaker con qualcosa di più abbordabile, può essere consigliabile virare sui “fratellini minori”:

  • Echo Show 8 prende il suo nome appunto da un display di dimensioni ridotte – il che contribuisce ovviamente anche a ridurre la dimesione globale dell’apparecchio. Il costo rimane contenuto sotto i 90 euro.
  • Echo Show 5 è un’ulteriore riduzione in scala, ma come il precedente mantiene intatte tutte le sue funzioni. In questo caso il costo scende sotto i 60 euro.

Cosa può fare Amazon Echo Show per me?

  • Innanzitutto, gli apparecchi Echo Show continuano ad essere animati da Alexa e dunque guidati dalla nostra voce: rispondono ai nostri comandi e alle nostre domande. Alexa può leggere le notizie del giorno, le informazioni su meteo e traffico, leggere un articolo online.
  • A tutto questo si aggiungano due fattori: il primo è che, anche quando non è in funzione, Echo Show ci mostra una schermata di default che noi possiamo comunque impostare a nostro piacimento. Possiamo inserirvi una fotografia a cui siamo particolarmente affezionati o un colore rilassante, decidere come visualizzare la data e l’ora, la temperatura e le condizioni meteo e anche aggiungere un rapido appunto sugli appuntamenti o sugli impegni calendarizzati che sono più vicini.
  • In secondo luogo, possiamo sfruttare dinamicamente tutte le possibilità della riproduzione video. Le notizie non saranno più solo lette, ma anche guardate; ascolteremo l’ultimo brano del nostro artista preferito e potremo gustarne anche il videoclip, o ancora potremo seguire tutti i passaggi di una ricetta o di tutorial guardando le immagini una dopo l’altra, senza dover usare le mani e senza che il display vada in risparmio energetico (come spesso accade con gli smartphone se non ci ricordiamo di modificare le impostazioni di consumo batteria). Molto comodo anche l’uso dello store online di Amazon, per cui si possono scorrere gli articoli, effettuare l’acquisto e seguire lo stato dell’ordine.

Una funzione speciale: le videochiamate

Gli apparecchi Echo possono chiamarsi tra di loro, anche all’interno della stessa casa, proprio come se si trasse di un interfono. Con l’avvento degli altoparlanti smart dotati di schermo, le chiamate si possono trasformare in videochiamate:

il sistema supporta chiamate tra vari dispositivi animati da Alexa, con smartphone dotati di app Alexa e con dispositivi che integrano Skype. Si pensi alla comodità di questo collegamento video per tenere sotto controllo, tramite la testa di ponte di un altro apparecchio Echo, per esempio la camera dei bambini.

Altre funzioni particolari sono infatti legate proprio alla domotica:

  • in seguito all’installazione delle apposite app, sul vostro Echo Show potrete avere accesso ai dispositivi che afferiscono al vostro hub di domotica. In primo luogo i più utilizzati ci sembrano i set di lampadine (Philips Hue e Osram), con le quali potete giocare ad alzare e abbassare la luminosità e addirittura con i colori della luce. Poi ovviamente, almeno in teoria, si dovrebbe poter accedere alle immagini provenienti dall’impianto di videosorveglianza.

Ancora alcuni dettagli che riguardano il display: la sua luminosità può essere regolata in modo da adattarsi ai vari ambienti della casa in cui vorrete installarlo e a seconda dei vari momenti della giornata, presentando anche una modalità “notturna” che si può attivare manualmente o rispettando un timer.


Dallo spettacolo al cinema, dall’arte al turismo naturalisitico, adoro tutto ciò che è bellezza e che ci fa comprendere il mondo in cui viviamo. Mi piace la tecnologia quando serva a rendere la nostra vita più leggera e più interessante. Sono laureata in Filologia e ho già all’attivo cinque pubblicazioni, quindi dovrei stare curva sui manoscritti ma… sono anche mamma di una stupenda famiglia, perciò mi piacciono anche le soluzioni concrete e condividere le mie esperienze. Quindi il mio credo è: le parole e la comunicazione sono un affare davvero molto serio!

Classifica dei Migliori Prodotti

Back to top
Altoparlante Intelligente